Chirurgia orale

Avere gengive sane è importante tanto quanto avere denti sani. Solo che la maggior parte delle persone non sa di avere una malattia parodontale.

Essere costanti nell’igiene dentale e andare periodicamente dal dentista è la soluzione per avere denti e gengive sane, per scongiurare un qualsiasi problema al parodonto.

Denti inclusi
I denti inclusi sono denti che non riescono ad erompere dalla gengiva o che spuntano solo in parte, sebbene abbiano la radice dentale ben formata, non compaiono nell’arcata dentale entro i tempi fisiologici stabiliti.
Questi possono comportare diversi tipi di disturbi, possono dare dolore o portare a patologie, e in questi casi è bene intervenire con l’estrazione del dente. I denti inclusi sono di diversa tipologia, prima fra tutti, il dente del giudizio, che a seconda dei casi, viene estratto chirurgicamente, in quanto non sempre erompe correttamente in arcata per mancanza di spazio, ostruzione o anomala inclinazione. Poi ci sono i canini, che possono rimanere inclusi a causa della presenza di denti da latte, per la mancanza di spazio o perché il dente è posizionato in modo anomalo. Si procede quindi con la loro estrazione o il recupero chirurgico-ortodontico. Vengono trattati in modo diverso a seconda che il paziente sia giovane o anziano.

Nel primo caso si cerca di riposizionare il canino in arcata, procedendo in modo chirurgico-ortodontico, nel secondo caso, dato che i denti non hanno più la forza di erompere dalla gengiva, si procede con la sua eliminazione ed eventualmente con l’inserimento di un impianto.

Denti del giudizio

Sono gli ultimi molari che compaiono nelle arcate dentarie e devono il loro nome al fatto che spuntano in età matura, rispetto agli altri denti, tra i 18 e i 25 anni. Non sempre i terzi molari spuntano, o erompono completamente a causa della mancanza di spazio, ostruzione o anomala inclinazione e questo può comportare l’estrazione semplice o chirurgica, in modo da eliminare il dolore o l’insorgenza di ulteriori infezioni o patologie.

Paradontologia
La paradontologia è quella parte dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia delle patologie che colpiscono il parodonto, l’insieme dei tessuti duri e molli di supporto di denti e impianti, come la gengiva, il legamento parodontale, il cemento radicolare, l’osso alveolare e la mucosa perimplantare. Le affezioni del parodonto sono soprattutto infezioni batteriche che causano sanguinamento e accentuata sensibilità delle gengive, alitosi, spostamento e conseguenti creazioni di spazi. In questi casi il parodonto è affetto da una patologia che viene curata con interventi basati sul tipo di infiammazione rilevata.

Piorrea e patologia muco gengivale

Si tratta di due patologie che riguardano il parodonto, l’organo che sostiene il dente, e sono causate da una scarsa igiene orale, fumo, predisposizione genetica, stress, gravidanza, il diabete o malattie che riguardano il sistema immunitario. La piorrea è un’infiammazione gengivale, la cui cura si rivela strettamente necessaria perché può portare alla perdita dei denti. 

Detta anche malattia parodontale, è una patologia infiammatoria provocata da un’infezione batterica, che porta alla distruzione dei tessuti circostanti i denti e di conseguenza alla loro perdita. La patolgia muco gengivale riguarda l’alterazione della gengiva che comporta un aumento della sensibilità dentale, rendendo fastidiosa l’assunzione di cibi molto caldi o freddi o anche le semplici pratiche di igiene dentale. Inoltre, dal punto di vista estetico, la retrazione gengivale rende il sorriso meno armonico e più invecchiato. 

La patologia muco-gengivale può determinare anche l’insorgenza di piorrea che comporta difficoltà nello spazzolamento dei denti e quindi determina una scarsa igiene orale.

Lo studio dentistico Del Vecchio in questi casi interviene a seconda che la malattia sia ad uno stadio iniziale e quindi con una seduta di igiene e motivazione, volta a miglioramento del proprio stile di vita di igiene quotidiana, o in casi più avanzati, in modo chirurgico.

Innesti ossei a prelievo intra-orale
In casi i cui i pazienti presentano delle gravi carenze ossee si procede con il prelievo di osso dai siti intra-orali, ovvero dalla branca montante della mandibola e si procede con l’innesto osseo.
Questo tipo d’interventi può essere applicato sempre senza limiti d’età.

PRENOTA SUBITO UNA VISITA!
Chiamaci allo +39.080.630751 o al +39.333.7980614 , oppure compila il form !